Circolo PD Limbiate
ban tess 22 alto
Pace in Ucraina
ecologia

Diamo spazio ad un altro rappresentante della Federazione provinciale che ci presenta il Forum Ambiente del PD di Monza e Brianza. Sarah Brizzolara, dopo anni di attivismo nelle piazze e una delega come responsabile ambiente e transizione ecologica nella segreteria regionale dei Giovani Democratici, è da poco diventata la responsabile del Forum ambiente del Partito Democratico di Monza e Brianza.

“Sono fermamente convinta” ci dice “che il Partito Democratico possa es­sere il nuovo punto di riferimento delle tematiche ecologiche a livello nazionale e locale, capace di declinare il tema fondamentale posto dalle questioni ambientali con l’attenzione necessaria alla sua dimensione sociale, attraverso una ecologia sostenibile an­che sul piano economico e culturale soprattutto per chi ha meno strumenti e meno risorse”.

Questo nostro Forum affronta quello che per me rappresenta la sfida più grande di questo secolo: riuscire a ricreare un ponte tra uomo e natura, attraverso una transizione ecologica che dovrà essere equa e socialmente desiderabile per tutti:

Affrontando tematiche cru­ciali che riguardano le fonti energetiche, il consumo di suolo, la riforestazione, il cambiamento del modello di sviluppo, il ripensamento del lavoro in un’ottica green, dei nostri spazi urbani;

Declinando nel nostro terri­torio in modo specifico questa sfida globale soprattutto perché viviamo nella provin­cia che, a livello nazionale, ha consu­mato più suolo lo scorso anno secon­do il rapporto del Sistema Nazionale di Protezione dell’Ambiente (SNPA).

Il ruolo di ogni persona, come singolo e come appartenente a una comunità, è cruciale e per questo oltre all’elabo­razione e alla proposta politica, il Fo­rum sarà un vivo laboratorio per dare gli strumenti per comprendere i temi legati alla crisi climatica.

Citando Aristotele, “l’uomo per sua natura è un animale politico” come tale deve assumersi la responsabilità del bene comune. Una responsabilità che non si può demandare ad altri. Siamo tutti parte di una polis, di una comunità, e dobbiamo quindi prenderci cura del nostro territorio, indicare una dire-

zione ai nostri rappresentanti politici ma usando anche la nostra voce, le nostre scelte e il nostro attivismo per fare la nostra parte.

La crisi climatica può sembrare un problema lontano nel tempo e nello spazio, non è così. Stiamo già vivendo eventi climatici estremi nel nostro territorio e abbiamo il dovere di preservare la bellezza dell’ambiente in cui viviamo e della sua biodiversità.

Ci sono molte azioni concrete che possiamo realizzare e progetti nuovi che intendiamo promuovere, e potete contattarci scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vogliamo ringraziare Sara per l’impegno e la motivazione che traspare da queste poche righe, ci terremo aggiornati e, il più possibile collegati, al lavoro del forum.

C. Ursino

Pin It
Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito